Il caffè San Pietro, in via dell'Indipendenza, negli anni Trenta Via Indipendenza, l'Arena del Sole e Monumento a Garibaldi nel 1905. Foto di Pietro Poppi L'arena del sole nel 1890. Da notare i tram a cavalli e la statua di Ugo Bassi che lasciò il posto a quella di Garibaldi nel 1900 La Palazzina Maiani, in via Indipendenza, nel primo decennio del Novecento Via dell’Indipendenza Prevista già nel 1861 come strada per l'accesso alla stazione ferroviaria, la costruzione della via Massima (via Indipendenza dal 1874) era iniziata poco dopo con la sistemazione di Canton dè Fiori. Nel 1883 il Consiglio comunale ne aveva deliberato il completamento. Nel 1884 la strada venne inaugurata, anche se non del tutto finita. Il tratto compiuto comportò la rettificazione di importanti edifici e la demolizione di Palazzo Bonora e dell'Ospizio di San Giuseppe. Venne creata una nuova facciata per la chiesa di San Benedetto (prima rivolta su via Galliera). I lavori di completamento fino alla stazione andarono a rilento negli anni seguenti. Via dell’Indipendenza si potrà dire conclusa solo nel 1896, con l'edificazione della Scalea della Montagnola. BolognaCheCambia Fotografie storiche La Palazzina Majani in via Indipendenza in questa immagine degli anni Trenta L'Hotel Baglioni in via Indipendenza in questa immagine del 1919 ca. Foto A. Zagnoli