Porta San Donato Porta San Donato, interno, nel 1902. Una carrozza in attesa di transitare dal dazio. Foto G. Cavazza Porta San Donato nella seconda metÓ dell'Ottocento. Sono ancora presenti le mura, la casa del "capitano" e il casotto delle guardie. Foto di Pietro Poppi Porta San Donato, vista dall'alto, nel 1955. Le case a sinistra sono state abbattute sul finire degli anni Cinquanta per fare spazio al dipartimento di matematica, finito di costruire nel 1964 L'avancorpo di porta San Donato negli anni Cinquanta Porta San Donato alla fine degli anni Sessanta. La sede della facoltÓ di matematica venne edificata nel 1964 BolognaCheCambia Porta San Donato negli anni Venti. La foto Ŕ stata scattata dall'Istituto di Mineralogia Piazza e porta San Donato nel 1958 L'esterno di Porta San Donato nel 1902. Foto G. Cavazza Porta San Donato nel 1904. Sullo sfondo l'area dove sorgerÓ la nuova via Irnerio i cui lavori inizieranno nel 1907 Porta San Donato sorge sull'antica via San Donato (che all'interno delle mura è stata rinominata via Zamboni), via che collegava Bologna al contado bolognese di nord-est. È stata edificata la prima volta nel XIII secolo in laterizio, accanto furono costruiti gli alloggi per le guardie. Nel 1354 venne sistemato un ponte levatoio. Più volte chiusa e riaperta, tra il 1952 e il 1959 venne abbattuto più di un metro di mura per consentire un migliore deflusso dei veicoli dai viali a via San Donato. Fotografie storiche