Tra Porta Galliera e il Sacro Cuore Porta Gallira nel 1912. Sulla sinistra i Bagni Pubblici, danneggiati dai bombardamenti e demoliti negli anni Cinquanta La Porta di Galliera e la scalinata del Pincio nella foto di fine Ottocento Via Galliera e l'Istituto Salesiano nei primi anni del Novecento. Come si può notare non è ancora stata costruita la cupola del Sacro Cuore di Gesù, terminata nel 1912 Il Comando Federale della GIL (Gioventù italiana del littorio) nella foto degli anni Quaranta Il Sacro Cuore nel 1913. Sulla destra la stazione di porta Galliera il cui trenino collegava Bologna con Pieve di Cento e Malalbergo Il cavalcavia della stazione, in via Galliera (poi Via Matteotti), nell' immagine degli anni Trenta Il Sacro Cuore negli anni Trenta Il Sacro Cuore negli anni Venti Il lato interno di porta Galliera nel 1896 Il primo edificio della Porta venne eretto nel XIII secolo, quando fu innalzata la prima cinta progettata come palizzata in legno. Poco più ad est della Porta, di fronte alle gradinate del Pincio della Montagnola, il cardinale Bertrando del Poggetto nel 1330 fece ergere il Castello di Porta Galliera, destinato ad accogliere papa Giovanni XXII, distrutto però nel 1334 dalla popolazione bolognese ribellatasi allo stato papale. Per cinque volte la fortezza venne ricostruita dalle autorità ecclesiastiche nel corso dei secoli e per altrettante volte fu distrutta dai cittadini. Anche la Porta subì la medesima sorte, distrutta e ricostruita varie volte,  assunse le le attuali fattezze fra il 1660 e il 1663. Il Sacro Cuore di Gesù, fu la prima chiesa costruita in periferia dopo l’Unità d’Italia. Iniziata nel 1903 venne terminata nel 1912. Nel novembre del 1929 la cupola subì un crollo ma verrà fedelmente ricostruita, per opera del parroco, il salesiano don Antonio Gavinelli e inaugurata il 19 maggio 1935. Il santuario sarà nuovamente danneggiato dal disastroso bombardamento aereo del 25 settembre 1943, che colpirà anche l'annesso Istituto salesiano. Fotografie storiche BolognaCheCambia La chiesa del Sacro Cuore di Gesù negli anni Venti